Porto Piatto tra Vieste e Pugnochiuso.

FONDALI adatti alla pesca subacquea

Superata Vignanotica, la costa assume toni sempre più caratteristici. Costoni di roccia calcarea si alternano a baie vergini che nascondono decine di grotte. Gli accessi, spesso angusti, rivelano interni incredibili che si sviluppano anche per centinaia di metri. I loro nomi evocano leggende antiche di sirene e guerrieri legate alla storia di queste terre. Ma eccoci finalmente a Pugnochiuso, la mitica località divenuta famosa nel mondo per la modernissima struttura alberghiera costruita nei primi anni Sessanta dall'allora presidente dell'Eni Enrico Mattei che, affascinato dai luoghi, spesso soleva trascorrere qui periodi di riposo ospite di pescatori e pastori. Ottima la zona per la pesca subacquea: il relitto di una nave affondata durante la Seconda guerra mondiale, posizionato nei pressi del faro, nasconde tra i suoi rottami tane di corvine e saraghi e spesso è facile incontrarvi dentici in pascolo. Un altro relitto, a tre miglia fuori dal faro e segnato sulle carte nautiche, è un oasi per pesci stanziali e di passo, posizionato su di un fondale melmoso di circa venti metri e circondato da resti di reti a strascico: richiede molta prudenza a chi vi si immerge. La baia offre ridosso ai venti settentrionali e un piccolo molo adiacente la spiaggia permette un ormeggio veloce anche per una breve sosta a terra.

PORTO GRECO

Superato Porto Piatto, sul profilo della costa si staglia imponente un'antica torre quadrangolare, la Torre dell'Aglio. Costruita nel 1600, è una delle meglio conservate torri saracene a testimonianza delle incursioni piratesche del passato. baia di Porto PiattoSaraceni e Turchi vedevano nei porti adriatici validissime basi d'appoggio per assaltare navi da carico e per fare razzie nelle città vicine, dove trucidavano e deportavano come schiavi gli abitanti. Fu giocoforza creare un sistema di avvistamento lungo le coste, per proteggere gli abitanti e le città. In epoche più recenti le torri hanno svolto anche funzioni anticontrabbando e di controllo medico, costituendo un vero e proprio cordone sanitario contro le epidemie di peste. Torre dell'Aglio è uno dei manufatti più imponenti e meglio conservati. La torre segna l'accesso a un vero e proprio porto naturale, Porto Greco. Chiuso da un braccio di roccia, offre sicuro riparo da ogni tempo e per ogni imbarcazione, avendo un fondale profondo anche quindici metri. L'assoluta mancanza di strutture e il difficile accesso da terra, ne fanno il luogo ideale per il campeggio nautico organizzato e autosufficiente. La spiaggia, in parte ombreggiata, il pungente aroma di resine e capperi, i colori contrastanti e la magnificenza del luogo fanno veramente dimenticare tutto e tutti.

continua...